Banca Popolare di Vicenza: prima condanna

Il Tribunale di Verona, con sentenza n. 687 pubblicata il 25 marzo 2017, ha condannato la Banca Popolare di Vicenza a risarcire il danno patito da una risparmiatrice per l’acquisto, negli anni 2009 e 2010, dei titoli azionari dello stesso Istituto di credito, «dietro insistente suggerimento della banca – come si legge nella sentenza – che le aveva rappresentato quelle operazioni come investimenti della specie più sicura e dopo esser stata rassicurata sulla possibilità di liquidare i titoli». Il Giudice di primo grado motiva la decisione evidenziando che, nonostante le azioni fossero illiquide, la banca al momento dell’acquisto non ne aveva evidenziato i rischi alla cliente; spiega il giudice che è era stata «del tutto insufficiente» l’informativa sui titoli azionari, visto che l’informativa precontrattuale, consegnata al momento della vendita, contiene un’informazione «vaga e generica» sui titoli illiquidi, senza dire che le azioni Bpvi appartenevano a quella categoria. Tale «condotta inadempiente» è decisiva per il giudice, per il quale averla fatta avrebbe comportato «una specifica avvertenza che, con elevata probabilità avrebbe dissuaso dal procedere all’acquisto».

Scarica la sentenza integrale

sentenza25marzo17 BPVI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: